STELLA GEORGIOU

Nata a Cipro, arriva in Italia nel 2000 per la passione e la voglia di approfondire lo studio della musica classica.
Laureata in Scienze Motorie all’Università di Salonicco con specializzazione in aerobic-step coreografico, in Italia ottiene il diploma di canto lirico all’Istituto musicale di Lucca.
La sua curiosità verso la musica la porta piano piano a incontrare il tango. Musica triste, passionale e molto ricca di sentimenti.
Studia con diversi maestri argentini come Pablo Veron, Esteban Moreno e Claudia Codega, Gustavo Naveira e Giselle Anne e Alejandra Mantinan.

Attualmene è allieva di Leonardo Cuello.
Nel 2005 la sua carriera come ballerina e maestra prende forma attraverso l’insegnamento con corsi stabili a Bologna e Imola.
Dal 2013 insegna con Patricio Lolli presso il Paladanze di Bologna ed è fondatrice insieme a Patricio Lolli delle Milonghe Paladanze (dal 2014 a oggi).
Dal 2019 inizia una collaborazione con Ruggero Meirone.
Attiva un corso posturale di tango, dove porta i benefici del Pilates sul movimento del Tango.
Ha partecipato a vari spettacoli ed esibizioni in Italia e all’Estero.
Possiede l’attestato di frequenza al corso “Body music”, tenuto dal maestro Keith Terry a Verona e il Diploma trainer CSEN.

Ha ottenuto il diploma della Polestar Pilates come insegnante di Matwork Pilates e insegna il metodo di matwork pilates a Bologna, Imola e Prato.

Ha ottunuto il diploma di BootyBarre Plus , BootyBarre Flex and Flow  e BootyBarre Sculpt.

Patricio Lolli


nato a La Plata (Buenos Aires) 
il 18/02/1953
residente a Bologna
www.patriciololli.it

Dal 1994 insegnante di Tango Argentino, ballerino e coreografo, musicalizador, organizzatore di eventi, serate e Milonghe.

Scuole e Milonghe

  • Insegnante con Stella Georgiou presso il Paladanze di Bologna e fondatore con Stella Georgiou delle Milonghe Paladanze (dal 2014 a oggi).
  • Fondatore della scuola presso il Circolo La Fattoria di Bologna (1995). Attualmente insegna con Marina Gatti.
  • Fonda e dirige la Milonga “Le Rive del Reno" a Bologna insieme a Cristina Gandolfo, Flavia Russillo, Alfredo Boz, Roberto Zannini, Agustin Boix, Gustavo D’Angelo, Maria Petra Mitermaier e Rosanna Pavarini (1999-2004).
  • Ha insegnato in molte altre scuole della nostra regione e non solo, incluse il Circolo Gardel di Modena, la Scuola di Teatro Galante Garrone di Bologna, la scuola Let’s Dance di Reggio Emilia e l’Associazione Bailongo di Forlì (dal 1994 a oggi).

Ha tenuto vari seminari e conferenze sul tango e sulla cultura argentina.
La sua “mission” è far conoscere e diffondere questo “bene culturale” così prezioso diventato e dichiarato dall’Unesco “Patrimonio dell’Umanità”.

Patricio Lolli, grande conoscitore della storia e del mondo del tango, è uno dei primi maestri di Tango Argentino in Italia. 
Numerosi i suoi interventi come “protagonista” del Tango Argentino in esibizioni e spettacoli teatrali, programmi televisivi e film.

I suoi Maestri di Tango Argentino (dal 1989)
Ester y Juan Carlos Cèspedes, Oscar Benavidez, Pepito Avellaneda, “Pupi” Castello, Graciela Gonzalez, Eduardo Arquimbau, Pedro “Teté” Rusconi, Nestor Ray, Ernesto Carmona, Carlos Gavito, Giselle Anne e Gustavo Naveira, Osvaldo Zotto e Lorena Ermocida.

Patricio Lolli

Pier Paolo Berlen

Il mio rapporto con il tango inizia nel 2003 a Bari, ne vengo conquistato sin da subito e frequento il corso per circa due anni.

Nel 2005 parto per Buenos Aires, dove mi fermo per qualche mese e, mantenendomi con lavori vari, prendo lezioni di tango e comincio a scoprire il mondo delle milonghe porteñe.
È il primo di tanti soggiorni argentini, in cui studio con diversi maestri, e, soprattutto, scopro il significato che il tango ha avuto e continua ad avere per quella città e per i suoi abitanti.

Nel 2006, al rientro dal primo viaggio a Buenos Aires, mi viene offerta l’occasione di assistere un’insegnante in un corso di tango a Bari. Comincio inoltre a musicalizzare nelle milonghe in giro per la Puglia.

Nel 2010 mi trasferisco a Bologna e inizio ad insegnare in diverse scuole ed associazioni. Quello che cerco di trasmettere attraverso l’insegnamento è naturalmente l’arte del ballo in sé, ma è anche e soprattutto il senso di piacere e di libertà che deriva dal mettersi in gioco, assieme agli altri, in qualcosa che per la maggior parte di noi è completamente diverso e nuovo rispetto a quello che facciamo nella vita quotidiana.

Credo si tratti di un momento di scoperta fondamentale che può essere di grande aiuto nella vita. Per me lo è stato e attraverso l’insegnamento cerco di condividere anche questo valore del tango con i miei allievi e le mie allieve. Altrettanto fondamentale è per me far cogliere e apprezzare lo spazio di incontro e socializzazione che il tango offre.

Come musicalizador, cerco di trasmettere energia positiva e di creare una buena onda in pista. La mia principale fonte di ispirazione dal punto di vista musicale è la cosiddetta “epoca de oro”, che ci ha lasciato in eredità un prezioso patrimonio musicale, che mi onora poter far conoscere agli amanti del tango.
Da diversi anni ormai ho il piacere di mettere musica nelle più importanti milonghe del nord-est.

Da ottobre 2021 gestisco la milonga stabile “A media luz”.

Ruggero Meirone

Dopo esperienze di teatro e danze latine, nei primi anni 2000 inizia
a studiare tango a Torino con gli insegnanti Jolanda Castiglia e
Fulvio Brizio.
Prosegue e intensifica il percorso di apprendimento al Laboratorio
Baires con i maestri Patrizia Pollarolo e Carlo Margiocchi, con cui
attualmente collabora in qualità di assistente e per il tramite dei
quali entra in contatto e studia con il maestro e coreografo
argentino Leonardo Cuello, docente presso la Universidad Nacional
de las Artes (U.N.A.) di Buenos Aires.
In seguito a questa esperienza ha modo di approfondire gli elementi
tecnici del tango con gli studenti e collaboratori della U.N.A. allievi
di Leonardo Cuello, tra cui Cinthia Diaz e Bruno Mayo.
Partecipa a stage con alcuni tra i più importanti maestri di tango a
livello internazionale, tra i quali Giselle Anne e Gustavo Naveira,
Pablo Veron, Juana Sepulveda e Mariano Chicho Frumboli,
Mariana Montes e Sebastian Arce, Roxana Suarez e Sebastian
Achaval, Mariana Dragone e Gaston Torelli, Michelle Marsidi e
Joachim Dietiker.
Parallelamente alla passione per il tango coltiva quella per il teatro
danza, frequentando i laboratori della coreografa argentina Silvia
Vladimivsky, alla ricerca di una nuova consapevolezza nel
movimento.
Sale sul palcoscenico negli spettacoli di tango e teatro danza creati
e diretti da Silvia Vladimivsky e Leonardo Cuello a cura del
Laboratorio Baires di Torino, in particolare ‘Amor porteño’, andato in
scena alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino e al centro
culturale torinese Polo del ‘900, e ‘L’appuntamento’, ispirato a un
testo di Jorge Luis Borges, sempre rappresentato alla Casa del
Teatro Ragazzi e Giovani.

Collabora con Stella Georgiou dal 2019.